Fai il test di Salute In Cucina

Vi segnaliamo

Difendi i tuoi bambini
dalla Cattiva Alimentazione
collana ebook di Bimbò
acquista subito on line in modo sicuro

Annunci

website security

Posts Tagged ‘gastronomia metabolica’

Wednesday, October 17, 2012 @ 03:10 PM

La Gastronomia Metabolica è un progetto straordinario realizzato dal prof. Nazario Melchionda e dalla dott.ssa Tarrini, in cui fin da subito ho visto potenzialità straordinarie non solo per il valore del lavoro scientifico ma anche per la validità degli spunti che ciascuno di noi può usare per migliorare il proprio stile alimentare.
Sono partita dal lavoro complesso del prof. Melchionda e della dott.ssa Tarrini per realizzare un prodotto informativo multimediale più semplice e accessibile a tutti in maniera approfondita o veloce a seconda delle esigenze: i Quaderni de La Gastronomia Metabolica .

Come molti credono non si tratta di quaderni “in carne ed ossa” ma di dispense digitali in formato pdf, suddivise in sezioni alle quali a breve verranno aggiunti file audio e video. I file audio sono una mera lettura delle dispense in modo che potrete scaricarli sul vostro scarpone, ipad, computer e ascoltarli mentre svolgete altre attività, senza “affaticarvi” nella lettura:).

La metodologia alla base del sistema SAI e della Gastronomia Metabolica è utile ed interessante e può essere adattata facilmente a differenti stili di vita alimentari. Una volta imparato il metodo potrete direttamente applicarlo alla vostra idea di dieta. Faccio un esempio: se siete vegetariani la potete applicare in quel tipo di cucina, se non volete introdurre certi alimenti nella vostra dieta come il sale raffinato lo potrete sostituire con quello integrale etc. Tutto questo sempre fatte salve indicazioni del vostro medico curante, nutrizionista o patologie, allergie e intolleranze per cui dovete seguire alla lettera un regime alimentare.

Non sono un medico ma una giornalista pubblicista, laureata in economia e commercio e appassionata di comunicazione, salute e cucina; non voglio catechizzare nessuno e non mi piacciono le diete alla moda. Sto attenta a preferire cibo nutriente, non raffinato, biologico, il più naturale possibile, senza troppi additivi e conservanti, locale e fatto in casa ma non sono ossessiva. Non sono mai stata grassa devo dirlo, ma applicando il metodo de La Gastronomia Metabolica ho perso una decina di chili che avevo accumulato post matrimonio:) e mi sento davvero meglio.

Vi svelouUn cambiamento fondamentale nella mia alimentazione è stato quando ho iniziato veramente a variare i cibi, a usare meno grassi soprattuto nei soffritti ( e ne La Gastronomia Metabolica ci sono diverse ricette su I Condimenti Aromatici) e a fare una buona colazione con muesli e frutta di stagione su suggerimento di una cara amica Francesca Forcella Cillo di EnergyTraining.it che ho anche intervistato. Sembrano le solite cose che dicono tutti ma se le fate, se sperimentate capirete…Personalmente mi stupisco ancora quando preparo muesli con frutta:)

Piccoli trucchi, grandi risultati, ma questa è la mia esperienza personale…raccontatemi la vostra.

Vi invito subito a curiosare sul sito  de I Quaderni de La Gastronomia Metabolica alla ricerca di qualche spunto.

Se hai fretta ti segnalo che i quaderni sono acquistabili e scaricabili subito on line in maniera sicura.

Scrivimi a beatrice (at) saluteincucina (punto) it.

Comments Off on I quaderni de La Gastronomia Metabolica
Tuesday, October 9, 2012 @ 03:10 PM

Si definiscono cereali minori ma non per questo dobbiamo sottovalutarli perché alcuni di loro sono importantissimi per variare la nostra alimentazione. Nella sezione ricette trovate spunti per cucinarli anche se per molti di loro come il kamut vanno bene gli stessi condimenti della pasta di grano duro. Provate a variare e a capire come cambia la vostra digestione. Pere quanto mi riguarda il kamut mi è molto più facile da digerire di una normale pasta di grano duro e il gusto è ottimo. Vediamo dunque quali sono i cosiddetti cerali minori anche se alcuni di loro non appartengono alla famiglia delle graminacee:
0rzo, sorgo, segale,miglio, kamut, amaranto, quinoa  manioca e sagù. Details

Comments Off on Basta con la solita pasta di grano ecco i cereali…minori
Wednesday, March 28, 2012 @ 03:03 PM

Uno dei principi alla base della Gastronomia Metabolica è proprio quello di cucinare con pochi o senza grassi perché risparmiando anche qualche grammo di grassi al giorno, il risparmio sul peso corporeo viene di conseguenza.  Ecco per te le ricette di quello che, a mio modesto parere, è il cuore della Gastronomia Metabolica: gli ACETI AROMATICI.

Versare un po’ meno di 500 ml in una bottiglia di aceto bianco distillato o di aceto di mele, introducete le erbe aromatiche o la frutta. Lasciare riposare per 15 giorni. Gli ingredienti aggiunti “interi” sono un ottimo espediente per riconoscere il tipo di aceto se abbiamo voglia di fare quasi una collezione di bottigliette.

Aceto al basilico: aggiungere 2 cucchiai di basilico secco, 1 presa di zucchero, 1/2 cucchiaino di aglio tritato, 1 foglia di alloro, un rametto di origano fresco e abbondanti foglie di basilico fresco

Aceto ai mirtilli e dragoncello: aggiungere 1/2 tazza di mirtilli surgelati ridotti a purè e addolciti con 1 cucchiaio di zucchero, 1 punta di peperoncino, 1 presa di semi di sesamo, dragoncello fresco e 1 decina di mirtilli freschi

Aceto ai capperi: aggiungere 2 cipolle tritate finemente, 2 cucchiai di succo di limone, 1/2 cucchiaio di salsa Worchester, 2 cucchiai di capperi, 1 punta di semi di sesamo

– Aceto al sedano: aggiungere 2 cucchiai di sedano tritato, 2 cucchiai di semi di sedano, 1/2 cucchiaio di senape, 1/2 cucchiaio di zucchero, un gambo di sedano con le foglie e 1 foglia di alloro

– Aceto alla francese: aggiungere 1 spicchio di aglio tritato, 1/2 tazza di pomodori tritati finemente, 1 cucchiaio di zucchero, 2 cucchiaini di prezzemolo tritato, 1 rametto di rosmarino e 1 di timo

Scopri tutte le ricette degli aceti aromatici (immagine Porto / FreeDigitalPhotos.net) Details

Comments Off on Risparmia i grassi con gli aceti aromatici come condimento delle insalate fresche