You are currently browsing the archives for the sovrappeso e obesità category.

Fai il test di Salute In Cucina

Vi segnaliamo

Difendi i tuoi bambini
dalla Cattiva Alimentazione
collana ebook di Bimbò
acquista subito on line in modo sicuro

Annunci

website security

Archive for the ‘sovrappeso e obesità’ Category

Friday, February 22, 2013 @ 09:02 AM

zuppa di pollo e verdureNon sempre è necessario ricorrere a prodotti dietetici. Se volete controllare la linea è sufficiente talvolta prestare attenzione ai cibi che scegliamo privilegiando quegli alimenti che ci fanno sentire sazi senza doverne mangiare in grandi quantità e che non danno un eccessivo apporto calorico. (Image courtesy of dusky at FreeDigitalPhotos.net)

Basti pensare alle uova, ricche di proteine che aiutano a sentirsi sazi più velocemente e più a lungo, evitando anche i picchi glicemici che potrebbero indurci a mangiare di più come succede talvolta con i dolci e gli zuccheri. Così pure i fagioli mantengono equilibrati i livelli di zucchero nel sangue. Se arrivi a tavola affamato o affamata un trucco per limitare i danni ( mai arrivare a tavola affamati) è quello di iniziare con una insalata ricca e poco condita ( ovviamente senza formaggio) in modo da frenare quel senso di fame iniziale che vi porterebbe a mangiare più del necessario. Ne La Gastronomia Metabolica abbiamo detto più volte che è importante nella preparazione dei piatti diminuire l’apporto dei grassi e aumentare l’apporto di verdure. Per esempio nella preparazione di un risotto metteremo un po’ meno riso e aumenteremo la quantità di verdure e faremo un soffritto con vino e brodo ma non con l’olio, in modo da non diminuire le porzioni, soddisfare il gusto e diminuire le calorie. Anche le zuppe sono una ottima alternativa serale a un pasto calorico. Potete prepararle velocemente con la pentola a pressione senza aggiungere olio, ma facendo un soffritto con porro o cipolla e un po’ di vino o brodo. Potete usare cavolo, zucca, carote e zenzero. Le zuppe saziano moltissimo. Provate per credere. Andrete a letto sazi, soddisfatti, senza rischi di aumentare di peso. E se fate un brodo di carne ricordatevi di sgrassarlo lasciandolo in frigo a raffreddare e togliendo la crosta di grasso che si forma, E anche in questo caso sono kili risparmiati! ( Vedi la gastronomia metabolica). Cibi ricchi di fibre e non raffinati aiutano a controllare i livelli di zucchero nel sangue e saziano più velocemente. Introducete cibi integrali in maniera graduale e solo s neon avete problemi di gastrite. Il tofu è un alimento vegetariano che potete sostituire alla bistecchina e che diventa un ottimo antipasto. Il peperoncino e comunque l’uso di spezie da uno studio risulta che persone che consumano regolarmente peperoncino mangiano di meno. Infine una curiosità: le noci e le noccioline. E’ vero sono ricche di calorie ma stimolano il metabolismo ( non esagerate), sono ricche di omega-3 acidi grassi e se assunte regolarmente contribuiscono a ridurre il rischio di malattie cardiache.Ovviamente parliamo di noci e noccioline, non trattate ma naturali. Non le noccioline dei barattoli per intenderci.Un altro valido aiutante se volete dimagrire è il mitico pompelmo. Uno studio su 91 persone obese ha scoperto che mangiare mezzo pompelmo prima di ogni pasto o bere una porzione di succo tre volte al giorno ha contribuito a far perdere 3 chili in 12 settimane. Tra le bevande che stimolano il metabolismo troviamo il tè verde. Se avete fame a metà giornata potete fare uno spuntino con una mela o ancora meglio una pera, ricca ugualmente di fibre invece che con un gelato ricco di zuccheri. Ricordate sono i piccoli errori giornalieri che provocano importanti aumenti di peso.

E se siete fuori casa? Avete una fame da morire? Inannzitutto ordinate un sucoc di pompelmo, non abbiate fretta. Guardate bene cosa offre lo chef o il barista e optate sempre sempr sempre per il piatto o prodotto meno calorico!!!
Cerca i condimenti alternativi su www.lagastronomiametabolica.com e ricorda condisci con poco olio e che sia olio extra vergine di oliva!

Non dimenticate di variare la vostra alimentazione.

Comments Off on 10 cibi che frenano la fame e aiutano a non ingrassare.
Monday, January 23, 2012 @ 05:01 PM

In Italia sono in sovrappeso ben in 4 milioni e 700 mila !

Tra gli adulti 1 su 4  ha problemi di peso e spesso non ne è consapevole.
Per quanto riguarda i bambini i dati non sono meno incoraggianti, visto che il 24% dei bimbi tra gli 8 e i 9 anni è in sovrappeso, e il 12% è addirittura obeso.

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) l’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo.

La relazione tra peso e salute viene studiata da diversi anni e le implicazioni più note sono legate a un maggior rischio di sviluppare patologie croniche come il diabete, malattie cardiovascoalri, alcuni tumori, osteoartriti, ictus..

La relazione tra dieta, nutrizione, stile di vita, fattori ambientali e l’incidenza del cancro e di altre malattie croniche viene costantemente indagata dall’ EPIC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), struttura coordinata dal Dott. Rlio Riboli, Direttore del Reparto di Epidemiologia, Salute Pubblicae Cure Primarie dell’Imperial College di Londra.
Epic è un grande studio sulla relazione tra dieta e salute che ha coinvolto 520.000 persone in 10 stati europei: Danimarca, Francia, Germania, Italia, Grecia, Olanda, Norvegia, Spagna, Svezia e Regno Unito. A  chi conosce l’inglese consiglio di leggere i risultati dello studio http://epic.iarc.fr/keyfindings.php

Dallo studio e dalle ricerche degli ultimi 20 anni è emerso che l’eccessivo peso e l’obesità sono associati ad un aumento del rischio di alcuni tumori come il cancro all’endometrio,  al colon, all’esofago, ai reni e al seno.  C’è un’evidenza sufficiente circa gli effetti preventivi dell’attività fisica sul cancro.

In Italia potete fare riferimento al sito http://www.epicentro.iss.it/problemi/obesita/obesita.asp, il Portale per l’Epidemiologia per la Sanità Pubblica, dal quale vi riporto questa evidenza molto importante: “l’obesità non è un “problema dei ricchi”. O almeno, non solo: le fasce di popolazione più svantaggiate dal punto di vista socioeconomico tendono infatti a consumare più carne, grassi e carboidrati, piuttosto che frutta e verdura, e a curare meno la propria immagine e il benessere fisico”.

L’unico rimedio per contrastare questo fenomeno è la prevenzione: corretti stili di vita, buone abitudini alimentari, maggiore attività fisica. Tutto apparentemente molto semplice in realtà difficilissimo perché un cambiamento nello stile di vita e alimentare richiede informazione, consapevolezza, supporto psicologico o comportamentale. In America stanno alvorando motlo bene con le campagne di prevenzione l’operazione My Plate di cui vi ho già parlato. Ma la responsabilità è dei soggetti interessati, cosa aspetti a prenderti cura di te?

Comments Off on Sovrappeso e obesi: attenti alla salute