You are currently browsing the archives for the Le buone ricette category.

Fai il test di Salute In Cucina

Vi segnaliamo

Difendi i tuoi bambini
dalla Cattiva Alimentazione
collana ebook di Bimbò
acquista subito on line in modo sicuro

Annunci

website security

Archive for the ‘Le buone ricette’ Category

Tuesday, December 17, 2013 @ 12:12 PM

centrifugato verdeLo sai che il modo migliore per affrontare i (quasi) inevitabili bagordi natalizi è una bella depurazione preventiva?

Ecco le 2 ricette che ti consiglio oggi: centrifugato invernale depurativo di frutta e misto

Puoi ripetere l’operazione il giorno successivo, per esempio per la cena del 26 o  la colazione del 27 dicembre

OPPURE

La miglior difesa è l’attacco: Centrifugato invernale depurativo prima (e dopo) i pranzi natalizi

 

Centrifugato verde invernale di frutta (per la mattina)

1 kiwi

2 mele verdi succose

1 fettina di zenzero fresco

Tagliare il kiwi a metà, scavare la polpa con un cucchiaio; lavare le mele, togliere la buccia, pelare lo zenzero e tagliare una fettina; mettere tutto nel centrifugatore e bere subito, preferibilmente a stomaco vuoto. Di centrifughe ne esistono di diversi tipi, sarebbe preferibile avere un estrattore di succo a freddo ma so che è molto costoso quindi in mancanza d’altro vanno bene le centrifughe tradizionali. Io solitamente ordino i centrifugati quando vado in ristoranti vegetariani e bio come antipasto perché solitamente hanno lo spremitore a freddo ( se ti interessa approfondire ti segnalo questo articolo http://valdovaccaro.blogspot.it/2011/02/quali-succhi-e-quali-centrifughe.html)

 

Centrifugato Invernale di frutta e verdura (per pranzo)

1 finocchio grande

mezzo gambo di sedano fresco

succo di un pompelmo

Lavare il finocchio, mondarlo, tagliarlo in 4; lavare il sedano; mettere nella centrifuga e unire il succo di un pompelmo spremuto, preferibilmente rosa perché più dolce.

 

Proprietà

Mela: è un frutto povero di zuccheri e grassi ma ricco di pectina che aiuta a tenere sotto controllo il tasso glicemico contenuto nel sangue e, da studi recenti, anche il colesterolo. Si dice “una mela al giorno toglie il medico di torno” ed è vero, perché è un frutto ricco di proprietà benefiche, in quanto contiene sali minerali, vitamina B1 (che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo), B2 (facilita la digestione ed è antiossidante) e vitamina C.

 

Kiwi: contiene molte fibre all’organismo, sia solubili che insolubili e, per questo, è indicato per chi soffre di stitichezza. Possiede diverse proprietà antiossidanti ed è utile nella lotta contro i radicali liberi (a questo scopo è importante non esporre la polpa all’aria per troppo tempo). Contiene inoltre rame e ferro che gli conferiscono proprietà antisettiche; l’alta concentrazione di minerali fa sì che sia un perfetto riequilibrante in caso di disidratazione; è fonte di potassio, magnesio, sodio, fosforo e calcio: utili per combattere la depressione, stress e la stanchezza in generale. Oltre al potassio, il kiwi contiene anche il magnesio, beneficio in caso di stress, sodio, fosforo e calcio. Per essere considerato di buona qualità, il kiwi deve presentare la buccia integra, dalla forma regolare e non essere né troppo morbido né troppo maturo. E’ un frutto altamente consigliato nelle diete dimagranti: soltanto 61Kcal/100 g.

Comments Off on A mattina e pranzo un bel centrifugato depurativo aiuta a preparati per i menù festivi
Wednesday, January 16, 2013 @ 05:01 PM

CREMA DI ZUCCA

 1 cipolla tagliata a fettine

½ cc di spezie provenzali

150 di topinambur tagliato a fettine sottili

300 gr di zucca tagliata a dadini

1  C di olio d’oliva

Un pizzico di sale

1  C di shoyu oppure ½  dado vegetale senza glutammato

Olio crudo e prezzemolo tritato

Saltare la cipolla con le spezie, i topinambur, la zucca e un pizzico di sale. Aggiungere ½ litro di acqua, portare a bollore e cuocere per 10 minuti. Passare la pentola nell’eco forno ben chiuso e lasciar riposare per 5 ore. Frullare le verdure, riportare a bollore ed insaporire con lo shoyu o dado. Servire con olio crudo e prezzemolo.

Buona delicata piaciuta anche alla mia amica Francesca!

Ha fatto il bis!

Ivana Carroli tratto dal libro di Gabriella Zevi Cucinare a Fuoco Spento

Comments Off on La crema di zucca by Ivana
Wednesday, December 19, 2012 @ 02:12 PM

Amo le tradizioni e credo che siano un collante importante per tutte le famiglie, da quelle dei single a quelle allargate.

Cuciniamo poco oggi, figurati se abbiamo tempo per fare i biscotti fatti in casa, ma vi assicuro che è molto divertente, facile ( a patto che non volgiate esagerare nelle decorazioni artistiche) e veloce.

Dotazioni: un scatola da circa 6 euro di formine natalizie per biscotti

Ingredienti:

250 grammi di farina
150 gr di burro
65 grammi di zucchero
1 uovo ( ho usato il tuorlo per l’impasto e la chiara montata a neve per decorare:)

coloranti alimentari q.b.

Accendete il forno e fatelo scaldare a 180°. In una ciotola unite la farina, il burro tagliato a pezzetti freddo, lo zucchero e il tuorlo d’uovo.
Amalgamate il tutto velocemente ( potete farlo anche con il frullatore). Finite di impastare realizzando una pallina uniforme e tonda. mettetela in frigo per una ventina di minuti. Intanto se volete fare le decorazioni – impresa impegnativa per me esperta più di comunicazione che di dolci ( confesso non li amo) – montate a neve la chiara d’uovo, prendete 2 o 3 ciotoline, mettete un po’ di chiara e un paio di gocce di colore ( per far eil verde unite giallo e poco blu).

Stendete su una teglia la carta da forno, se volete potete anche ungerla con burro.

Tirate fuori la pasta, dividetela in 2, tiratela con il matterello rendendola spessa di circa 1 cm e con le formine fate i biscotti. Quando vi rimangono dei contorni di pasta, reimpastatela velocemente, tiratela e usate di nuovo le formine. E’ preferibile fare questa operazione sulla carta da forno stesa sul tagliere così evitate che si attacchino. Spostate mano a mano i biscotti sul tagliere.

Spennellate se volete qualche biscotto con la chiara montata  a neve e colorata. Esempio l’albero di natale di verde.

Io li preferisco senza uovo anche se all’interno rimangono più morbidi a fine cottura.

Infornate e fate cuocere per 20 minuti. Il tempo di cottura dipende dallo spessore e dal forno, se sono sottili ci vuole poco tempo.

Vi consiglio di guardare i biscotti dopo una decina di minuti ed eventualmente di girare la teglia.

Quando sono dorati tirateli fuori. Lasciate raffreddare e spolverate quelli non decorati con zucchero a velo.

Potete fare dei sacchettini trasparenti con dei fiocchi di raffia da regalare ad amici e parenti.

Se avete dei bambini fateci aiutare. Sarà un ricordo indimenticabile.

Buon Natale.

Potete fare i BISCOTTI SENZA UOVA

sostituendo l’uovo con l’equivalente di poco più di un tuorlo di acqua minerale fatta raffreddare in freezer oppure con il latte ( circa 3 cucchiai).

Con il latte le dosi sono

250 gr. di farina
125 gr di burro ( o margarina per i vegani)
125 zucchero
3 cucchiai di latte ( anche di soia se siete vegani)1 pizzico di bicarbonato

Comments Off on Biscotti di Natale con e senza uova
Wednesday, July 4, 2012 @ 05:07 PM

Scarica la scheda di Salute In Cucina.it su Le Creme Estive da gustare:
Creme Estive di Salute In Cucina

Comments Off on Creme estive ad alta protezione
Wednesday, March 28, 2012 @ 03:03 PM

Uno dei principi alla base della Gastronomia Metabolica è proprio quello di cucinare con pochi o senza grassi perché risparmiando anche qualche grammo di grassi al giorno, il risparmio sul peso corporeo viene di conseguenza.  Ecco per te le ricette di quello che, a mio modesto parere, è il cuore della Gastronomia Metabolica: gli ACETI AROMATICI.

Versare un po’ meno di 500 ml in una bottiglia di aceto bianco distillato o di aceto di mele, introducete le erbe aromatiche o la frutta. Lasciare riposare per 15 giorni. Gli ingredienti aggiunti “interi” sono un ottimo espediente per riconoscere il tipo di aceto se abbiamo voglia di fare quasi una collezione di bottigliette.

Aceto al basilico: aggiungere 2 cucchiai di basilico secco, 1 presa di zucchero, 1/2 cucchiaino di aglio tritato, 1 foglia di alloro, un rametto di origano fresco e abbondanti foglie di basilico fresco

Aceto ai mirtilli e dragoncello: aggiungere 1/2 tazza di mirtilli surgelati ridotti a purè e addolciti con 1 cucchiaio di zucchero, 1 punta di peperoncino, 1 presa di semi di sesamo, dragoncello fresco e 1 decina di mirtilli freschi

Aceto ai capperi: aggiungere 2 cipolle tritate finemente, 2 cucchiai di succo di limone, 1/2 cucchiaio di salsa Worchester, 2 cucchiai di capperi, 1 punta di semi di sesamo

– Aceto al sedano: aggiungere 2 cucchiai di sedano tritato, 2 cucchiai di semi di sedano, 1/2 cucchiaio di senape, 1/2 cucchiaio di zucchero, un gambo di sedano con le foglie e 1 foglia di alloro

– Aceto alla francese: aggiungere 1 spicchio di aglio tritato, 1/2 tazza di pomodori tritati finemente, 1 cucchiaio di zucchero, 2 cucchiaini di prezzemolo tritato, 1 rametto di rosmarino e 1 di timo

Scopri tutte le ricette degli aceti aromatici (immagine Porto / FreeDigitalPhotos.net) Details

Comments Off on Risparmia i grassi con gli aceti aromatici come condimento delle insalate fresche
Monday, November 28, 2011 @ 06:11 PM

Tagliate a dadini la zucca assicurandovi di eliminare la parte più molle. Fate un soffritto con 2 spicchi di aglio assicurandovi di non bruciarlo. Versatevi la zucca e ricoprite in uguali porzioni con aceto di vino bianco e acqua. Salate e aggiungete timo, rosmarino, chiodi di garofano, coprite con un coperchio e lasciate cuocere 20 minuti.

Comments Off on Zucca marinata
Tuesday, November 8, 2011 @ 04:11 PM

Michela Padovani, la nostra consulente nutrizionista, ha selezionato per voi una serie di ricette di dolci al cioccolato, alcune senza uova e glutine adatti per intolleranti. Leggete bene gli ingredienti il N.B.

CIOCCORÌ FATTO IN CASA

Ingredienti (per 4-6 persone):
– 100 g di cioccolato fondente
– Una noce di burro
– Un bicchiere di riso soffiato (140 g circa)
(NB: non contiene né glutine ne uova)

Preparazione
Far fondere 100 g di cioccolato fondente con una noce di burro a fuoco molto basso.

Togliere il tegamino dal fuoco e lasciar raffreddare il cioccolato. Dopo alcuni minuti riportare il tegamino sul fuoco per ri-sciogliere il cioccolato che così facendo acquisterà un aspetto più lucido.

Togliere il composto definitivamente dalla fiamma e quando tiepido aggiungere un bicchiere di riso soffiato (140 g circa). Amalgamare il tutto aiutandovi con un cucchiaio di legno. Rovesciare il tutto su un foglio di carta forno e stendere il tutto lasciando uno spessore uniforme di circa 2 cm (un dito). Quando è freddo, tagliatelo in tanti quadratini e metterli in frigorifero per circa 30 minuti. Ottimi stuzzichini per grandi e per piccini!!

PALLINE DI BISCOTTI AL CIOCCOLATO

Ingredienti (per 4-6 persone)

–       80 g cioccolato al latte sciolto a bagnomaria
–       200 g zucchero
–       1 uovo
–       150 g frollini tritati
–       100 g burro fuso
–       100 g codini di cioccolato

Preparazione:

Amalgamare a freddo tutti gli ingredienti in una terrina, mescolare con cura, quindi formare delle palline.
Mettere in un piattino le codette di cioccolato e rotolarvi le palline, sistemarle poi nei pirottini di carta e metterle in frigo per almeno un paio d’ore.
Servire le palline fredde o tirarle fuori dal frigo poco prima di mangiarle, non lasciare che restino troppo fuori dal frigo.

Rotolare le palline nel cocco essiccato, nelle codette colorate o in quelle al cioccolato bianco, nelle nocciole o nelle mandorle tritate. Via libera alla fantasia!!

Leggi le altre ricette di Dolci al Cioccolato

Details

Comments Off on Menù-bimbi di cioccolata: i dolci
Wednesday, October 5, 2011 @ 03:10 PM

Da oggi le ricette sono organizzate in  un database. Buona cucina a occhio! Vai a>>>

Il Libro di cucina

Comments Off on Le Buone Ricette
Sunday, September 5, 2010 @ 04:09 PM

Il temporale di oggi ha decisamente decretato la fine dell’estate. Arriva il freschino e per noi che siamo tornati in città a lavorare direi che è vantaggioso.
Per questi ultimi giorni di estate ho preparato una insalata di Farro alla Greca, una rivisitazione dell’ormai noto Farro alla Caprese.
Al posto della mozzarella ho sostituito la Feta. Davvero buona e vi farà avere nostalgia delle vacanze appena trascorse magari su quelle bellissime isole greche.
Un primo piatto davvero semplice, spensierato e sano: primo perché vi permette di variare ( basta con la solita pasta quotidiana), secondo perché il farro ha un altissimo valore nutrizionale. E’ ricco di fibre ( attenzione ai celiaci perchè contiene glutine), è poco calorico ed è consigliato di recente per le diete dimagranti ma è anche un ottimo alimento nel caso di diabete e malattie del metabolismo. Le fibre sono ottime per l’intestino. Non molti sono abituati ad usarlo in realtà è proprio da questo cereale che è nato il frumento e gli antichi romani lo usavano moltissimo. Se non avete molto tempo per cucinare vi consiglio il farro perlato per cui ci vogliono 15( 18 minuti di cottura e che non deve essere messo in ammollo precedentemente per 6 ore. Se avete tempo usate i chicchi interi sempre più integri e salutari.
Primo passo è mettere a bollire l’acqua in cui cuocerete il farro; deve essere il doppio della quantità di farro che decidete di cucinare. Salate l’acqua, versare 220/240 gr di farro perlato ( dose per 3 persone). Appena schiuma, prendete una rumina e togliete la schiuma. Intanto preparate il condimento. Lavate 3 pomodori e tagliateli a dadini. Versali in una ciotola. Tagliare a striscioline sottili 4 pomodori secchi sott’olio, unirli ai pomodori freschi insieme a un pugno di capperi, 20 olive greche o taggiasche, 10 foglioline di basilico genovese ( se non lo avete va bene quello normale, 4 foglie ovviamente lavate). Tagliare a dadini un panetto di feta ( vanno bene anche 100 gr e unirla al condimento. Condire con 2 giri di olio extra vergine di oliva fruttato, un cucchiaino di limone biologico, due tritate di sale grosso dell’Himalaya. Scolate il farro sciacquatelo con acqua fredda per farlo raffreddare, versarlo nella ciotola e mescolare bene il tutto. Aggiustare con olio e sale se necessario. Mettere in frigo e servire dopo mezz’oretta. E’ un ottimo piatto anche da portarsi al lavoro per la pausa pranzo.

Buon pranzo

Beatrice Di Pisa

Comments Off on Farro alla greca
Wednesday, March 31, 2010 @ 04:03 PM

?Lo sapevate che il branzino è la spigola? Ebbene sì. Questo è un piatto sano e fresco, adatto anche ai bambini piccoli, anzi lo abbiamo pensato proprio per loro.

PROPRIETA’

Branzino o spigola: pesce nostrano, ricco di proteine e povero in grassi.  Contiene buone quantità di sali minerali,  potassio, calcio, fosforo, magnesio e vitamine A e D.

Facilmente digeribile. Branzino in salsa di verdure

INGREDIENTI

4 filetti di branzino. Per la salsa: ½ zucca, 2 carote, 1 zucchino, 1 sedano, 1 finocchio, 4 foglie di bietola.

1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva. Sale q.b.

½ mela

PREPARAZIONE

Tagliare a dadini la verdura, aggiungere acqua  in abbondanza e far bollire per ¾ – 1 ora. Passare con il frullatore ad immersione. Aggiungere 1 cucchiaio di olio d’oliva e sale e far bollire ancora, 15 minuti circa fino a che il passato diventa denso come una crema.

Lavare i filetti di branzino, metterli nella pentola con il cestello per la cottura a vapore (assicuratevi di aver messo l’acqua) e cuocere per circa 15 minuti coprendo con il coperchio.

Cuocere 2 filetti per volta, cercando di non spezzarli.

Tagliare la mela a fettine sottili per il lungo.

Impiattare i filetti, ricoprirli di uno strato di salsa di verdure e guarnire ogni piatto con 2 fettine di mela.

Comments Off on BRANZINO IN SALSA DI VERDURE E MELA